Enrosadira

p1000752

L’enrosadira è il fenomeno per cui le cime delle Dolomiti assumono un colore rossastro, che passa gradatamente al viola, soprattutto all’alba e al tramonto; tale evento è causato dal fatto che le candide pareti delle Dolomiti sono composte da un  carbonato doppio di calcio e magnesio e la luce riflessa in combinazione con l’atmosfera e la temperatura sembrano dipingere queste montagne .

La parola deriva dal ladino, lingua parlata dalle varie etnie delle diverse valli dolomitiche, e letteralmente significa: diventare di colore rosa.
A questa singolare manifestazione, tipica proprio delle cime dolomitiche, si rifà la leggenda di ” Re Laurino “, da qui il nome tedesco del Catinaccio: Rosengarten che vuol dire appunto  giardino di rose.

Si narra, infatti, che sul Catinaccio vivesse il Re dei Nani Laurino e che possedesse un incantevole giardino di rose, visibile a tutti anche da lontano. Ma l’ opportunità di poter ammirare tale bellezza fu negata dal Re stesso, che infuriato per la perdita della bella Similde per opera degli umani, fece un incantesimo alla montagna: nè di giorno, nè di notte alcun occhio umano avrebbe potuto più ammirarlo. Però commise un errore, si dimenticò dell’alba e del tramonto

Ed è proprio da allora che in questi due  momenti della giornata il Catinaccio rivela ancora oggi  l’antica esistenza del meraviglioso giardino, tingendosi di rosa.

 

Share

Articoli recenti

Categorie

 

Freelance PHP Developer

 

stemma ciamorces