Spedizioni

30img050

SPEDIZIONI EXTRAEUROPEE
In totale sono 29, considerando tale, anche se non a livello alpinistico, l’attraversamento India – Pakistan fatto con i camion, partenza da Venezia, prima della spedizione Everest’80.

  • 1973 Africa Monte Kilimangiaro m, 5973 ( CAI Padova )
  • 1974 Messico Popocatepetel m, 5452 ( CAI Padova )
  • 1975 Sud America Cerro Mercedario m. 6770 nelle Ande Argentine ( CAI Padova ). Prima salita assoluta alla Parete Sud Est ed una delle prime salite alla cima ( unico a raggiungere la vetta Almo Giambisi )
  • America Sud America Patagonia – prima spedizione fassana con le guide ” Ciamorces “. Tentativo alla Torre Egger.
  • 1978 Africa Sahara partendo con mezzo proprio dall’Italia e attraversando il deserto ha effettuato varie ascensioni nel Gruppo dell’Hoggar.
  • 1979 Africa Stesso trasferimento dall’Italia come nell’anno precedente con varie salite nell’Hoggar e nel Gruppo del Garet el Dyenoun tra cui Spigolo Anglada ( prima italiana ) con Heinz Mariacher, pier Luigi Bini e Luisa Jovane.
  • 1980 Nepal Prima spedizione italo – nepalese all’Everest. Almo è rimasto 4 giorni al Colle Sud m. 8000 con pessime condizioni atmosferiche e senza l’ausilio dell’ossigeno. Precedentemente ha intrapreso il viaggio attraverso Pakistan, India e Nepal (oltre Km 9000 )per trasportare parte del materiale della spedizione guidando uno dei due autocarri Fiat Iveco ( sponsor ).
  • 1981 Sud America Bolivia – Cordillera Apolobamba. Ha salito 7 cime di altezze comprese fra i m. 5300 e m. 6100 ( di cui 2 inviolate ) e l’Illimani m. 6322.
  • 1981 Sud America Perù, Huascaran m. 6768 e Pisco m. 5800, con alberto Campanile. Durante la salita al huascaran ha partecipato al recuoero della salma di un alpinista italiano.
  • 1982 Marocco Ha salito la vetta più alta del Gruppo Toubkal m. 4132, partendo dall’Italia con mezzo proprio.
  • 1983 Asia Cina – Karakorum K2 m. 8611. Partecipazione alla spedizione italiana che ha salito per la seconda volta lo Spigolo Nord raggiungendo quota m. 8300, sempre senza l’ausilio dell’ossigeno. Dopo un bivacco senza tenda e sacco a pelo, ha dovuto rinunciare alla vetta a causa dei gravi congelamenti subiti dal suo compagno Gigio Visentin.
  • 1984 Nepal Spedizione ” Città di Trento ”  al Makalu m. 8481, insieme a Sergio Martini ha curato l’organizzazione con funzione di leader. La spedizione era composta da alcuni fra i migliori alpinisti trentini fra cui il fassano Tone Valeruz. Non è stata raggiunta la cima per le avverse condizioni atmosferiche.
  • 1985 Nepal Makalu m. 8481, salita dal versante Norde Via Francese con una spedizione leggera composta da Sergio Martini, Fausto De Stefani e Fabio Stedile. Vetta raggiunta da tutti ( prima salita italiana )
  • 1986 Pakistan Nanga Parbat m. 8125, versante Diamir, spedizione leggera con Sergio Martini, Fausto De Stefani e Carlo Klaus. Ha raggiunto per 2 volte quota m. 7500 e ha rinunciato alla vetta per congelamenti alle mani.
  • 1986 Nepal Annapurna m. 8078, spedizione leggera con Martini e De Stefani. Prima salita in stile alpino della Parete Nord Via dei Francesi, hanno raggiunto tutti la vetta ( entrando al rifugio la foto di vetta ritrae Almo su questa cima ).
  • 1987 Nepal Everest m. 8848, spedizione della televisione spagnola,invitato insieme Fausto De Stefani . Nessuno ha raggiunto la vetta per le pessime condizioni atmosferiche durante tutta la spedizione. Ha raggiunto quota m. 7500.
  • 1988 Pakistan Nanga Parbat m. 8125, Spedizione ” Val di Fiemme ” di cui Almo è capo. Sono arrivati alla Forcella Diama m. 6200, superando per la prima volta la parete  e le difficoltà maggiori di questa salita. Vetta non raggiunta per le continue scariche di valanghe e seracchi. Mich, Giovannetti e Carpella hanno raggiunto una cima inviolataall’uscita della Forcella Diama denominata ” Pilastro Val Fiemme “.
  • 1989 Pakistan Baltoro, spedizione al Broad Peak m. 8047, raggiunta quota m. 7500 ma non la vetta per pessime condizioni atmosferiche.
  • 1989 Tibet – Cina Xixa Pagma m. 8046. Nel primo tentativo Almo ed il suo compagno hanno raggiunto quota m. 7600, hanno bivaccato in una cavità nella neve senza tenda e sacco a pelo, a causa dei gravi congelamenti del compagno e delle avverse condizioni atmosferiche rinunciano alla salita ma il congelato subirà l’amputazione di tutte le dita dei piedi.Tornati al campo base, dopo 2 giorni di riposo, ritentano la salita, raggiungendo la cima centrale m. 8040, ma un improvviso distacco di ghiaccio li fa precipitareper oltre m. 500. Un compagno di spedizione svizzero perde la vita ed Almo assieme ad oscar Piazza e Gino, compagno dello svizzero, riescono a raggiungere il campo 3, aiutati da una spedizione francese riescono a raggiungere il campo base.
  • 1992 Mali Main de Fatma – Via Reina de Africa al Wanderdu. Prima italiana al Kaga Tondo, lungo la Via Vuelva Ustedes Mañana.
    Hamaha – apertura di una nuova via Agua Caliente sulla Torre Escondida ( inviolata ), con Giuliano Bressan, Flavio Busato, Emanuele Brunazzo, Giancarlo Zella e Kikki Kiniger.
  • 1993 Marocco Tarhia, salita al Quyadad (= muflone ) lungo la fessura centrale , apertura di una nuova via sul Togougimit N Tsquaiant (= coda d’avvoltoio ) e che hanno denominat ” Anna e Fiorenza “. Spedizione composta da Giuliano Bressan, Gianni Bavaresco, Flavio Busato, Alessandro Crivellari ed Emanuele Brunazzo.
  • 1993 Ecuador Spedizione leggera con Carlo Claus, ha raggiunto il Chimborazo m. 6310 e Cotopaxi m. 5897.
  • 1994 Cina Cho Oyu m. 8189, spedizione leggera con Oscar Piazza ed Angelo Giovannetti. Dopo aver raggiunto il campo 1 Almo si è ammalato dovendo rinunciare alla salit, ma i compagni raggiunsero la cima.
  • 1995 Mali Hombori – Main de Fatma, via nuova allo Spigolo Sud del Cagapamari chiamata ” Meridiana Tropicale “. Spedizione formata da Giuliano Bressan, Gianni Bavaresco, Flavio Busato, Fabrizio Miori, Oscar Piazza e Loris Manzana.
  • 1996 Cina Cho Oyu m. 8189, Spedizione Guide Alpine Val di Fassa, composta da 10 alpinisti, 2 dei quali hanno raggiunto la vetta Sergio Valentini e Bruno Pederiva, Almo capo spedizione e curatore dell’organizzazione.
  • 1996 Mali Hombori – Main de Fatma. Almo è partito dall’Italia con una Land Rover 110 ed ha attraversato in traghetto il tratto SEte – Tangeri, passando poi attraverso il deserto del Marocco e della Mauritania ha raggiunto Hombori in Mali. Compagni furono: Mario Manica, Stefano Uccia, Sandro e Marino Tamanini. Ha completato la salita delle Cinque Torri delle Main de Fatma ( 3°alpinista  al mondo ).
  • 1999 Russia Siberia, da Katanga con l’appoggio di una base russa sul puck ha raggiunto il Polo Nord con Francesco Casoli e Marco de Ambrogio.
  • 1999 Chile Lilancabur m. 6100, l’intero gruppo ha raggiunto la cima e tentativo all’Oyo del salado con Giuliano Bressan ed i soliti amici padovani.
  • 2010 Kenya Salita al Monta Kenya, Punta Nelyon m. 5199 con Sergio Martini, Giuliano Bressan, Marika Freschi e Gabriele Pipinato.
Share

Articoli recenti

Categorie

 

Freelance PHP Developer

 

stemma ciamorces